Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
 FAQFAQ   CercaCerca   IscrittiIscritti   Gruppo  utentiGruppo utenti   IscrizioneIscrizione 
 ProfiloProfilo   Login per controllare i messaggi privatiLogin per controllare i messaggi privati   LoginLogin 

Aggradare: essere o avere?
Vai a Precedente  1, 2
 
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
giandemilan



Iscritto: 19 Feb 2005
Messaggi: 91
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Sab, 17 Dic 2005; 19:20    Oggetto: Rispondi con citazione

Antonio 1 ha scritto:
Non vedo nemmeno gradito come un aggettivo poiché esite gradevole.

Il fatto che esista l'aggettivo gradevole non esclude, ovviamente, che esista anche l'aggettivo gradito.

Antonio 1 ha scritto:
Nella frase consigliata a Brazilian dude:
"Le nuove materie del nostro corso alla facoltà non sono gradite dagli studenti"

Sì, ma chi ha dato a Brazilian dude questo consiglio, purtroppo non si è limitato a suggerirgli di sostituire aggradate con gradite, bensì ha anche alterato la struttura della frase in merito alla quale egli ha interpellato il forum, giacché quella frase era:
Citazione:
Le nuove materie del nostro corso alla facoltà non sono aggradate agli studenti.

Agli è stato trasformato in dagli. Ovviamente non è più la stessa cosa. Probabilmente così gli sono state confuse le idee.
Facciamo anche qui l'analisi logica:
Le nuove materie, soggetto;
non sono gradite, predicato verbale (terza persona plurale del presente indicativo passivo di "gradire");
dagli studenti, complemento di agente.
Come è evidente, neppure in questo caso ha senso chiedersi quale sia l'ausiliare di gradire (o di aggradare, se esistessero le forme composte di questo verbo), giacché ben si sa che tutti i verbi, al passivo, sono retti dall'ausiliare essere.
Vogliamo, a questo punto, formulare esattamente la regola?
Nei verbi transitivi l'ausiliare delle forme composte attive è sempre avere, mentre l'ausiliare delle forme passive, siano esse semplici o composte, è sempre essere.
Chiedersi se l'ausiliare di un verbo sia essere o avere ha dunque un senso solo per i verbi intransitivi.
In effetti, esistono verbi intransitivi con l'ausiliare essere (partire, sono partito) e altri con l'ausiliare avere (camminare, ho camminato). Ne esistono anche altri che richiedono a volte l'ausiliare avere, oppure l'ausiliare essere, a seconda della sfumatura di significato (correre: ho corso come un matto; ma: sono corso subito a casa).
Non sono un insegnante di italiano ma queste cose, del resto assai semplici, credo di ricordarmele ancora bene.
Comunque, come ho già detto, se sbaglio correggetemi (ma senza confondere i termini del problema cortesemente posto dal nostro amico carioca Very Happy ).
Cordiali saluti
_________________
giandemilan
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Brazilian dude



Iscritto: 12 Apr 2005
Messaggi: 553

MessaggioInviato: Sab, 17 Dic 2005; 21:14    Oggetto: Rispondi con citazione

Grazie dell'amabilità, ma carioca è il nativo di Rio de Janeiro. Io sono nato nello stato di San Paolo.

Brazilian dude
_________________
ECG - tu
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
giandemilan



Iscritto: 19 Feb 2005
Messaggi: 91
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Sab, 17 Dic 2005; 21:54    Oggetto: Rispondi con citazione

...paulista.
Le chiedo scusa. Embarassed
Ma, confessi, Lei deve avere un bel po' di antenati italiani, se no come farebbe a esprimersi così bene nella lingua di Dante? Rolling Eyes
_________________
giandemilan
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Brazilian dude



Iscritto: 12 Apr 2005
Messaggi: 553

MessaggioInviato: Sab, 17 Dic 2005; 22:12    Oggetto: Rispondi con citazione

Sì, e non sono pochi qui. E grazie del complimento.

Brazilian dude
_________________
ECG - tu
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
Antonio1



Iscritto: 22 Ott 2005
Messaggi: 68
Località di residenza: Verona

MessaggioInviato: Dom, 18 Dic 2005; 8:28    Oggetto: Rispondi con citazione

Antonio1 ha scritto:
Non vedo nemmeno gradito come un aggettivo poiché esite gradevole.

giandemilan ha scritto:
Il fatto che esista l'aggettivo gradevole non esclude, ovviamente, che esista anche l'aggettivo gradito.

Difatti, come può vedere sopra, ho scritto "non vedo... come", non che gradito non possa vestire anche da aggettivo. In quella frase, comunque Lei lo voglia interpretare, gradito/e resta un participio, non un aggettivo, proprio in virtù di quel dagli a cui si riferisce in seguito.

Antonio1 ha scritto:
Nella frase consigliata a Brazilian dude:
"Le nuove materie del nostro corso alla facoltà non sono gradite dagli studenti"

giandemilan ha scritto:
Sì, ma chi ha dato a Brazilian dude questo consiglio, purtroppo non si è limitato a suggerirgli di sostituire aggradate con gradite, bensì ha anche alterato la struttura della frase in merito alla quale egli ha interpellato il forum, giacché quella frase era:
Le nuove materie del nostro corso alla facoltà non sono aggradate agli studenti.

Agli è stato trasformato in dagli. Ovviamente non è più la stessa cosa. Probabilmente così gli sono state confuse le idee.

Non si è generata alcuna confusione; visto che la frase originale di Brazilian dude è corretta, si è cercato di segnalargli - soltanto - che quella forma è obsoleta. E, dal momento che aggradate ha la medesima accezione di gradite - [p.p.] -, ancor più: piaciute, ne deriva che agli o dagli con l'uso di gradire non modificano affatto il significato, né la struttura.
Le nuove materie del nostro corso alla facoltà non sono aggradate [piaciute] agli studenti.
Le nuove materie del nostro corso alla facoltà non sono [state, ieri, davanti alla novità] gradite [p.p. in negazione] dagli studenti.

giandemilan ha scritto:
Facciamo anche qui l'analisi logica:

No, la prego, non la faccia. Wink

giandemilan ha scritto:
Vogliamo, a questo punto, formulare esattamente la regola?
[omissis]
Chiedersi se l'ausiliare di un verbo sia essere o avere ha dunque un senso solo per i verbi intransitivi.

Aggradare, infatti è intransitivo, acco perché il nostro amico paulista ha acceso l'interrogativo. In seguito ha intuito che, nonostante lo sia, non è uno di quei verbi in cui incorre l'obbligo "schematico" dell'ausiliare; è un verbo che si presta a forme limitate, limitatissime.
giandemilan ha scritto:
Comunque, come ho già detto, se sbaglio correggetemi (ma senza confondere i termini del problema cortesemente posto dal nostro amico carioca Very Happy ).
Cordiali saluti
Sono d'accordo: lei ha creato confusione (non me ne voglia, sto scherzando) Wink
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
giandemilan



Iscritto: 19 Feb 2005
Messaggi: 91
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Lun, 19 Dic 2005; 11:29    Oggetto: Rispondi con citazione

Antonio 1 ha scritto:
Sono d'accordo: lei ha creato confusione (non me ne voglia, sto scherzando)

E invece, sì!
Mi sono riletto tutto daccapo e ho capito di aver proprio fatto confusione.
Infatti Brazilian dude ponendo inizialmente il quesito ha detto con chiarezza che aveva modellato il verbo aggradare sul verbo piacere.
E dunque: le nuove materie non sono aggradate agli studenti, cioè non sono piaciute. Due intransitivi ugualmente coniugati alla terza persona plurale del passato prossimo del modo indicativo. Basta sostituire aggradate con piaciute e il discorso si chiude perfettamente.
Ho sbagliato Embarassed e ho avuto la correzione che mi meritavo.
Però invoco un’attenuante: sono stato sviato dalla segnalazione, pure avvenuta all’interno del filone, della contiguità di aggradare con gradire, che è una contiguità solo di significato, giacché gradire è un verbo transitivo, e comunque (so infatti che i vocabolari lo riportano, a più basso uso, anche come intransitivo) è stato trattato come tale nell’esempio proposto a Brazilian dude (le nuove materie non sono gradite dagli studenti).
A parte il fatto che ora la frase è volta al passivo, è evidente che il verbo, qui, non è più coniugato al passato, ma al presente.
Non sono gradite da = non piacciono a.
Non sono state gradite da = non sono piaciute a.
Non furono gradite da = non piacquero a.
Non erano state gradite da = non erano piaciute a.
Insomma com’è difficile cercare di discolparsi Evil or Very Mad .
_________________
giandemilan
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Alberto74



Iscritto: 03 Nov 2005
Messaggi: 227
Località di residenza: Napoli

MessaggioInviato: Lun, 19 Dic 2005; 12:16    Oggetto: Rispondi con citazione

Mi prendo la mia parte di responsabilità dell'accaduto avendo io malamente proposto la frase col verbo gradire in luogo di aggradare.

La mia non voleva essere una trasformazione precisa ma piuttosto ad sensum, cioè far presente che esisteva un verbo, gradire, che ha un'indice di occorrenza ben superiore di aggradare.

Giustamente la frase più aderente sarebbe stata:

Le nuove materie non sono state gradite dagli studenti.

Wink
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
giandemilan



Iscritto: 19 Feb 2005
Messaggi: 91
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Lun, 19 Dic 2005; 17:27    Oggetto: Rispondi con citazione

Decisamente, siamo tra gentiluomini Cool .
_________________
giandemilan
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Antonio1



Iscritto: 22 Ott 2005
Messaggi: 68
Località di residenza: Verona

MessaggioInviato: Mar, 20 Dic 2005; 0:30    Oggetto: Rispondi con citazione

Oltre ad essere un gentiluomo Lei è ammirevole: la nobiltà d'animo salta all'occhio soprattutto quando la forza si basa sulla lealtà.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
giandemilan



Iscritto: 19 Feb 2005
Messaggi: 91
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Mar, 20 Dic 2005; 16:18    Oggetto: Rispondi con citazione

Embarassed Embarassed Embarassed
_________________
giandemilan
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Mostra i messaggi a partire da:   
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Vai a Precedente  1, 2
Pag. 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare i sondaggi