Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
 FAQFAQ   CercaCerca   IscrittiIscritti   Gruppo  utentiGruppo utenti   IscrizioneIscrizione 
 ProfiloProfilo   Login per controllare i messaggi privatiLogin per controllare i messaggi privati   LoginLogin 

verbi
Vai a Precedente  1, 2
 
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
GIORGIO P.



Iscritto: 02 Mag 2005
Messaggi: 623
Località di residenza: Welschtirol

MessaggioInviato: Lun, 12 Dic 2005; 9:24    Oggetto: Rispondi con citazione

dario ha scritto:
Chi non è convinto di dare una risposta corretta, sarebbe meglio che si astenesse. Per rispondere a domande come quella posta da Clotilde, bisogna essere più che sicuri.


Sono convinto che si può dare la propria versione (od opinione) anche senza esserne perfettamente sicuri della validità, purché si sia pronti a recepire l'errore segnalato dai più esperti. Se si parla solo quando si è sicuri al 100% va a finire che non ci si esprime mai, e quindi mai si impara. Credo che nessuno voglia imporre il proprio modo di vedere quando si accorge, con l'aiuto dei più esperti, di incorrere in errore.
Invece vedo un altro problema: Sono tutti degni di ascolto coloro che si ergono con insofferenza degli altrui errori quali portatori ufficiali di verità? Basta un titolo universitario, o svolgere una professione di insegnamento per avere credito di infallibilità? So che non basta essere laureato in architettura per riuscire a costruire una bell'edificio, sarà così anche con la lingua? Wink
_________________
Mm!
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Antonio1



Iscritto: 22 Ott 2005
Messaggi: 68
Località di residenza: Verona

MessaggioInviato: Lun, 12 Dic 2005; 10:24    Oggetto: Rispondi con citazione

GIORGIO P. ha scritto:
Se si parla solo quando si è sicuri al 100% va a finire che non ci si esprime mai, e quindi mai si impara.


Sono con Lei.
Mi ha fatto ritornare in mente un aneddoto:
Cinque lord inglesi decisero che nella successiva riunione conviviale nessuno dei presenti avrebbe dovuto pronunciare banalità alcuna; pena l'esplulsione dal salotto. I presenti rimasero muti per ben tre ore e, sfiniti, sciolsero la riunione.

Imparare è bello quanto insegnare ma... ragazzi di ogni età: non siamo a scuola, ambito in cui il docente esercita l'insulto in luogo di una più sana e accettabile, amichevole, ironia.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
dario



Iscritto: 28 Feb 2005
Messaggi: 873
Località di residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun, 12 Dic 2005; 16:32    Oggetto: Rispondi con citazione

GIORGIO P. ha scritto:
dario ha scritto:
Chi non è convinto di dare una risposta corretta, sarebbe meglio che si astenesse. Per rispondere a domande come quella posta da Clotilde, bisogna essere più che sicuri.


Sono convinto che si può dare la propria versione (od opinione) anche senza esserne perfettamente sicuri della validità, purché si sia pronti a recepire l'errore segnalato dai più esperti. Se si parla solo quando si è sicuri al 100% va a finire che non ci si esprime mai, e quindi mai si impara. Credo che nessuno voglia imporre il proprio modo di vedere quando si accorge, con l'aiuto dei più esperti, di incorrere in errore.
Invece vedo un altro problema: Sono tutti degni di ascolto coloro che si ergono con insofferenza degli altrui errori quali portatori ufficiali di verità? Basta un titolo universitario, o svolgere una professione di insegnamento per avere credito di infallibilità? So che non basta essere laureato in architettura per riuscire a costruire una bell'edificio, sarà così anche con la lingua? Wink


Simpatico GIORGIO P., mi dispiace che si sia offeso, non era mia intenzione. Il mio era un piccolo sfogo generale, non riferito soltanto a lei. E comunqe, né lei né Antonio1, avete colto il senso della mia frase. Avevo scritto: "Per rispondere a domande come quella posta da Clotilde, bisogna essere più che sicuri". Non ho detto che non si debba mai rispondere se non si è sicuri, ma semplicemente che non bisognerebbe farlo con le domande (come quella di Clotilde) che prevedono una risposta certa al 100%, che non ammettono l'espressione di un parere personale.
A quesiti come, ad esempio, "fossi è condizionale?", non si può rispondere con un pensiero personale, con una propria opinione, perché non c'è possibilità di libera interpretazione.
A una domanda come "dopo o meglio, è giusto mettere i due punti?", magari si può dare la propria opinione anche non essendo certi al 100% della risposta, proprio perché in realtà non esiste una risposta unica.
Spero di essermi spiegato e di aver chiarito la mia posizione. Wink
Ciao.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
GIORGIO P.



Iscritto: 02 Mag 2005
Messaggi: 623
Località di residenza: Welschtirol

MessaggioInviato: Mar, 13 Dic 2005; 9:37    Oggetto: offeso? Rispondi con citazione

Offeso io? Ci vuole ben altro... Laughing
_________________
Mm!
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Antonio1



Iscritto: 22 Ott 2005
Messaggi: 68
Località di residenza: Verona

MessaggioInviato: Mar, 13 Dic 2005; 9:58    Oggetto: Rispondi con citazione

dario ha scritto:
Il mio era un piccolo sfogo generale, non riferito soltanto a lei. E comunqe, né lei né Antonio1, avete colto il senso della mia frase.

Sì, ammetto di non aver afferrato il senso. Mi riferivo, come accennato in precedenza, a quell' "orrore" usato da Lindbergh; poi ho visto anche la sua affermazione (Dario), e mi sono schierato, senza riflettere, al fianco di GIORGIO P. Insomma: un tentativo per segnalare quanto io non apprezzi i toni forti, anche quando sono velati.

Luce sulle tenebre ! Wink

Buonissima giornata a presenti e assenti.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Incarcato



Iscritto: 18 Gen 2005
Messaggi: 461

MessaggioInviato: Mar, 13 Dic 2005; 12:16    Oggetto: Rispondi con citazione

Benché l'imperfetto di cortesia sia molto diffuso nel parlato, nello scritto, nonché nel caso specifico, suggerisco il condizionale (vorrei chiederle se... ).
_________________
Morgen habe denn das Rechte / Seine Freunde wohlgesinnet, / Wenn nur heute noch das Schlechte / Vollen Platz und Gunst gewinnet
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Mostra i messaggi a partire da:   
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Vai a Precedente  1, 2
Pag. 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare i sondaggi