Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
 FAQFAQ   CercaCerca   IscrittiIscritti   Gruppo  utentiGruppo utenti   IscrizioneIscrizione 
 ProfiloProfilo   Login per controllare i messaggi privatiLogin per controllare i messaggi privati   LoginLogin 

Ignoranza crassa

 
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
Incarcato



Iscritto: 18 Gen 2005
Messaggi: 461

MessaggioInviato: Ven, 18 Nov 2005; 13:22    Oggetto: Ignoranza crassa Rispondi con citazione

Quando l'ho visto non ho resistito a riproporlo qui, anche se riguarda piú la letteratura che la lingua italiana.
Sul sito del Corriere in linea leggo che ora si possono ricevere « sms-epitomi » di grandi opere letterarie. Se ne davano esempi: Romeo and Juliet.
Ecco la trama:
Citazione:
Romeo Montague falls in love with Juliet Capulet and they marry secretly, but Romeo kills Juliet's cousin and is banished. Juliet fakes her own death. As part of the plan to be with Romeo she writes him a letter but it never reaches him. Everyone is confused and both lovers kills themselves.
(Romeo Montague si innamora di Giulietta Capuleti e i due si sposano segretamente, ma Romeo uccide il cugino di Giulietta e viene ricercato. Giulietta si finge morta per fuggire con Romeo: avverte il suo innamorato del piano con una lettera che però non verrà mai recapitata. L'equivoco e il dolore portano prima Romeo e poi Giulietta a togliersi la vita)


Alla versione inglese segue quella italiana, ma come mai Capulet diventa Capuleti, ma Montague — comunissimo cognome veronese, evidentemente — rimane tale? Poco intuitiva, forse, la traduzione?
_________________
Morgen habe denn das Rechte / Seine Freunde wohlgesinnet, / Wenn nur heute noch das Schlechte / Vollen Platz und Gunst gewinnet
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Alberto74



Iscritto: 03 Nov 2005
Messaggi: 227
Località di residenza: Napoli

MessaggioInviato: Ven, 18 Nov 2005; 13:28    Oggetto: Rispondi con citazione

propongo due ipotesi:

1) Il traduttore non era veronese e non ha idea dei cognomi più tipici della città veneta.

2) Il traduttore non aveva assolutamente idea di chi fossero Romeo e Giulietta (quindi men che meno poteva sapere i loro famosissimi cognomi, Montecchi e Capuleti).

L'una non esclude l'altra.

Ma magari mantenere la terza via, quella dell'ignoranza sfavillante (un traduttore poi! e che diamine!!!), resta la più votabile Rolling Eyes
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
nerofelix



Iscritto: 14 Set 2005
Messaggi: 15

MessaggioInviato: Gio, 01 Dic 2005; 1:06    Oggetto: Rispondi con citazione

Concordo pienamente sulle due ipotesi (più una) di Alberto74 e mi sbilancio anche io per la "terza via". Posso solo aggiungere una quarta ipotesi percorribile: il traduttore, oltre ad essere ignorante, presumibilmente non era italiano e, poiché Montague è anche un nome-cognome inglese abbastanza diffuso, ha reputato più "familiare" lasciarlo intradotto, magari anche solo come riflesso inconscio.
Una piccola notazione, a margine, sulla tristezza di questo sunto così spartano che sembra la trama di un film su una guida ai programmi televisivi. E pensare che, invece, si tratta di una delle opere più belle e poeticamente intense della letteratura universale, selvaggiamente brutalizzata da una sintesi feroce per renderla conforme alla comunicazione digitale. Il segno dei tempi! Sic transit gloria mundi.
_________________
"... io che son nella notte, aspetto il giorno" (Giordano Bruno)
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Antonio1



Iscritto: 22 Ott 2005
Messaggi: 68
Località di residenza: Verona

MessaggioInviato: Lun, 12 Dic 2005; 2:31    Oggetto: Rispondi con citazione

Parlando di veronesi e di cognomi, ho fatto una ricerca.
In tutto il Veneto, inteso come capoluogo e province, abbiamo un solo Montecchi a Venezia e nemmeno uno, che sia uno, con cognome Capuleti; a Verona l'elenco fa un salto tra "Capucci" e "Capuozzo".

In una città immensa come Roma ho trovato 18 Montecchi.

Se non ricordo male "Shaky" non è mai stato in Italia, e sebbene possa aver inventato Montecchi (da Montague), ha dato il meglio di sé con Capuleti che, come accennato, non esiste in tutto il Veneto.

Si direbbe che l'errore sta in colui che per la prima volta ha trasformato Montague in Montecchi e Capulet in Capuleti.

Vi sarete chiesti che cosa c'entrino i cognomi attuali con quelli dell'epoca. Ebbene, abbiamo cognomi antichissimi e ancora vivissimi. "Montresor" a Verona, è come Brambilla a Milano o come Esposito a Napoli.

Tirate le somme... Wink
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Antonio1



Iscritto: 22 Ott 2005
Messaggi: 68
Località di residenza: Verona

MessaggioInviato: Lun, 12 Dic 2005; 11:04    Oggetto: Rispondi con citazione

Mea culpa: Embarassed Forse ero l'unico a non saperlo:

La tragedia di Giulietta Capuleti e Romeo Montecchi, cantata per la prima volta dal vicentino Luigi da Porto nel 1524 e resa immortale, settant'anni più tardi, dalla penna di William Shakespeare, ha trovato a Verona precisi riscontri ambientali. La fantasia popolare, tanto colpita dalla triste storia dei due amanti, ha presto mescolato leggenda e realtà, finendo col riconoscere in antiche costruzioni cittadine i luoghi teatro della vicenda: ecco così la dimora di Romeo, la tomba di Giulietta e, ovviamente, la sua casa, che la tradizione ubica nella metà di Via Cappello più prossima al Foro (e quindi agli spazi del potere), come doveva essere per l'abitazione di una famiglia importante.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Alberto74



Iscritto: 03 Nov 2005
Messaggi: 227
Località di residenza: Napoli

MessaggioInviato: Lun, 12 Dic 2005; 13:03    Oggetto: Rispondi con citazione

Mah, forse Capuleti è un errore di pronuncia, chissà.

Su un sito internet sui cognomi d'Italia trovo capuleti solo in Emilia Romagna e solo con poche attestazioni a Bologna e Modena.

Considerando poi migrazioni, pestilenze, sterilità varie, potrebbero anche essersi estinti...
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
giandemilan



Iscritto: 19 Feb 2005
Messaggi: 91
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Mer, 14 Dic 2005; 17:50    Oggetto: Rispondi con citazione

Antonio1 ha scritto:
Mea culpa: Forse ero l'unico a non saperlo:
La tragedia di Giulietta Capuleti e Romeo Montecchi, cantata per la prima volta dal vicentino Luigi da Porto nel 1524


Questo in linguaggio giuridico si chiama "ravvedimento operoso" Laughing

Alberto 74 ha scritto:
Mah, forse Capuleti è un errore di pronuncia, chissà.

Credo doveroso segnalare che nel racconto di Luigi da Porto il cognome di Giulietta non era Capuleti ma Cappelletti.
Ciò premesso, quella che segue è una mia ipotesi: Shakespeare trasformò Cappelletti in Capulet così come Montecchi in Montague; rimbalzando poi di nuovo nella lingua italiana, il cognome di Romeo tornò a essere quello originale (almeno fino a quando non si verificò l'increscioso episodio segnalato da Incarcato nel primo intervento di questo filone). Il cognome di Giulietta, invece, essendo più facilmente ri-traducibile, subì la deformazione che tutti conosciamo.
Quanto a dire che anche gli antichi traduttori combinavano i loro guai. E ciò ben può spiegare la rarità del cognome Capuleti e la sua inesistenza tra gli odierni residenti nella città scaligera.
_________________
giandemilan
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Incarcato



Iscritto: 18 Gen 2005
Messaggi: 461

MessaggioInviato: Gio, 15 Dic 2005; 12:46    Oggetto: Rispondi con citazione

Giandemilan dixit:
Citazione:
E ciò ben può spiegare la rarità del cognome Capuleti e la sua inesistenza tra gli odierni residenti nella città scaligera.


Giusto, mentre invece Cappelletti è un cognome tipicamente veronese e diffuso in tutto il Veneto.
_________________
Morgen habe denn das Rechte / Seine Freunde wohlgesinnet, / Wenn nur heute noch das Schlechte / Vollen Platz und Gunst gewinnet
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Mostra i messaggi a partire da:   
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Pag. 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare i sondaggi