Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
 FAQFAQ   CercaCerca   IscrittiIscritti   Gruppo  utentiGruppo utenti   IscrizioneIscrizione 
 ProfiloProfilo   Login per controllare i messaggi privatiLogin per controllare i messaggi privati   LoginLogin 

autogrù

 
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
dayana79



Iscritto: 05 Set 2005
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Gio, 27 Ott 2005; 12:38    Oggetto: autogrù Rispondi con citazione

scusate perchè autogrù si scrive con l'accento e gru no?

grazie
dayaz
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Federico



Iscritto: 07 Ott 2005
Messaggi: 224
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Gio, 27 Ott 2005; 13:30    Oggetto: Re: autogrù Rispondi con citazione

dayana79 ha scritto:
scusate perchè autogrù si scrive con l'accento e gru no?
Perchè gru che è un monosillabo anche senza accento non può creare dubbi di pronuncia, al contrario di autogrù. Vale lo stesso per tre=>ventitré, re=>viceré ecc.
_________________
“Le lingue, dove c’è nazione, sono patrimonio pubblico amministrato dagli eloquenti; e dove non è, si rimangono patrimonio di letterati; e gli autori di libri scrivono solo per autori di libri”
Foscolo


Ultima modifica effettuata da Federico il Gio, 27 Ott 2005; 17:14, modificato 1 volta in totale
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Marco1971



Iscritto: 17 Gen 2005
Messaggi: 1461

MessaggioInviato: Gio, 27 Ott 2005; 16:18    Oggetto: Rispondi con citazione

Giusto. Mi permetto però di ricordare a chi non lo sapesse che l’esatta grafia si avvale in questo caso dell’accento acuto: viceré, ventitré, nontiscordardimé, ecc.
_________________
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Federico



Iscritto: 07 Ott 2005
Messaggi: 224
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Gio, 27 Ott 2005; 17:46    Oggetto: Rispondi con citazione

Marco1971 ha scritto:
l’esatta grafia si avvale in questo caso dell’accento acuto
Embarassed Chiedo scusa per l'ennesimo errore di battitura, sperando di non aver causato ulteriori dubbi in dayana79. Crying or Very sad
_________________
“Le lingue, dove c’è nazione, sono patrimonio pubblico amministrato dagli eloquenti; e dove non è, si rimangono patrimonio di letterati; e gli autori di libri scrivono solo per autori di libri”
Foscolo
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Carlo



Iscritto: 17 Gen 2005
Messaggi: 385

MessaggioInviato: Gio, 27 Ott 2005; 23:56    Oggetto: Un RE senza...corona? Rispondi con citazione

...e come mai per re non è necessario l'accento "disambiguante"?
IL RE SUONO' A LUNGO.

(Che Bue mi perdoni! O, almeno, che non se la prenda troppo). Smile
_________________
Ringrazio chi vorrà segnalarmi errori.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Bue



Iscritto: 24 Gen 2005
Messaggi: 523
Località di residenza: Pisa

MessaggioInviato: Ven, 28 Ott 2005; 16:02    Oggetto: Re: Un RE senza...corona? Rispondi con citazione

Carlo ha scritto:
...e come mai per re non è necessario l'accento "disambiguante"?
IL RE SUONO' A LUNGO.

(Che Bue mi perdoni! O, almeno, che non se la prenda troppo). Smile


A mio modesto parere perché i nomi delle note sono nomi propri, e dunque "non contano". Almeno questa è la spiegazione che mi sono dato io.
L'obiezione della possibile confusione con il nome di una nota la fa sempre chi difende l'accento su "io do" e soprattutto su "egli fa": nessuno si sogna di farla a proposito, ad esempio, del MI (il motivo è chiaro: "mi" è sempre atona e quindi a nessuno "viene voglia" di metterci l'accento).

Credo che se dovessi "disambiguare" la frase da lei proposta userei le virgolette nel caso della nota: Il «re» suonò a lungo
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Robeo



Iscritto: 15 Lug 2005
Messaggi: 108

MessaggioInviato: Ven, 28 Ott 2005; 17:45    Oggetto: Rispondi con citazione

Bue ha scritto:
i nomi delle note sono nomi propri, e dunque "non contano"

Povere note Sad E allora, se son nomi propri, che vengano scritti maiuscoli! Il Re suonò a lungo....(ma così è ancora ambigua).
E allora che la nota sia scritta Rè (con l'accento grave, che così dev'essere) e il monarca ré o Ré, ma comunque con l'accento acuto.

Sempre giocando Mr. Green
_________________
TU
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
lino lista



Iscritto: 19 Ott 2005
Messaggi: 11
Località di residenza: Napoli

MessaggioInviato: Ven, 28 Ott 2005; 22:12    Oggetto: Rispondi con citazione

Laughing
Giocando giocando si fa (senza porvi l'accento) sul serio (questo perché il farlo è più importante del suonarlo). Prima che le "dittiografie" delle "sitografie" dominassero la voce, quando Omero era tramandato di bocca in bocca, la parola scritta era suddita di quella parlata. L'accento, allora, era Ré.



____________________________
Date un po’ di voce in capitolo anche alla poesia
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
meygeuni74



Iscritto: 31 Ago 2005
Messaggi: 88

MessaggioInviato: Mer, 02 Nov 2005; 1:07    Oggetto: Re: Un RE senza...corona? Rispondi con citazione

Bue ha scritto:
A mio modesto parere perché i nomi delle note sono nomi propri, e dunque "non contano". Almeno questa è la spiegazione che mi sono dato io.
L'obiezione della possibile confusione con il nome di una nota la fa sempre chi difende l'accento su "io do" e soprattutto su "egli fa": nessuno si sogna di farla a proposito, ad esempio, del MI (il motivo è chiaro: "mi" è sempre atona e quindi a nessuno "viene voglia" di metterci l'accento).

Credo che se dovessi "disambiguare" la frase da lei proposta userei le virgolette nel caso della nota: Il «re» suonò a lungo

Adesso non scherziamo. I nomi delle note, quando designano le note, sono sostantivi comuni che non danno luogo ad ambiguità di sorta. Tanto per gradire pretendono un articolo. Già questa inquietante presenza impedisce praticamente ogni confusione: mai visto un articolo davanti ai verbi coniugati do e fa, ai pronomi personali mi la e si, all'articolo la, all'avverbio fa. L'ho visto davanti a sol ma i troncamenti di sostantivi e aggettivi vanno poco di moda. E non mi si dica che il sol dell'avvenire è una nota musicale...
In generale la diversa funzione di tutti questi monosillabi basta da sola a evitare ambiguità.
Certo, se temiamo di interpretare il do ut des come do (nota) ut (stessa nota) des (re bemolle in tedesco)...
Diversamente la nota re pone un problema di omografia con un sostantivo, è vero. Però anche qui i casi di confusione sono ridotti al lumicino. Un esempio di come funziona? «Il re suonò a lungo» per me non è ambiguo! Come ex musicista non ho mai sentito un re suonare (!), tutt'al più risuonare o essere suonato: non però come si suona un flauto, bensì come si pronuncia una vocale; dunque esso non «suona» nemmeno nel senso di produrre un suono. È il suono stesso, non un oggetto fisico. Sarebbe ben più di una tautologia. Se poi nel pianoforte non suona il tasto re... be', appunto, è un tasto re (scusate la pignoleria).
Forse se mi si fosse detto «questo re non suona molto bene (= non è gradevole)» avrei sentito l'ambiguità, ma non più di tanto. Comunque, è evidente che i casi si contano sulla punta delle dita (che altro potrebbe fare un sovrano di comune a una nota musicale?), e che li risolve il contesto.

Al massimo questi sostantivi potrebbero considerarsi propri, secondo me, quando designano una tonalità (semplificando: esistono molti do, ma una sola tonalità di Do maggiore). In questo caso in musica si usa spesso la maiuscola (es.: Sonata in La maggiore K 331). Le virgolette invece non hanno molto senso. Anche perché non disambiguano niente: sorge quanto meno il dubbio che si stia parlando del re del liscio... Rolling Eyes

Noticina (e ti pareva) ai romani (ovviamente solo quelli di passaggio): smettetela di dire ré. Evil or Very Mad Razz
_________________
Lor signori mi dian pure del tu Wink
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
alfb



Iscritto: 27 Ago 2005
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Mer, 02 Nov 2005; 15:56    Oggetto: note Rispondi con citazione

La regola esatta sulle note è che esse si scrivono in maiuscolo, per questo non c'è bisogno dell'accento su "re" (monarca). Invece su "là" (averbio) è necessario per evitare la confusione non tanto con la nota ma con l'articolo "la"
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Infarinato



Iscritto: 17 Gen 2005
Messaggi: 564

MessaggioInviato: Mer, 02 Nov 2005; 16:50    Oggetto: Re: note Rispondi con citazione

alfb ha scritto:
La regola esatta sulle note è che esse si scrivono in maiuscolo…

Mi scusi, ma codesta regola m’è nuova: ciò vale semmai per le note scritte nell’antico alfabeto musicale (ancora in uso nei paesi germanici e anglosassoni)…
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive
Federico



Iscritto: 07 Ott 2005
Messaggi: 224
Località di residenza: Milano

MessaggioInviato: Mer, 14 Dic 2005; 15:20    Oggetto: Rispondi con citazione

Recentemente, leggendo l'Adalgisa, ho notato un ventitre: qualcuno sa se Gadda aveva motivi particolari per preferire questa grafia?
_________________
“Le lingue, dove c’è nazione, sono patrimonio pubblico amministrato dagli eloquenti; e dove non è, si rimangono patrimonio di letterati; e gli autori di libri scrivono solo per autori di libri”
Foscolo
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Mostra i messaggi a partire da:   
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Pag. 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare i sondaggi