Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

gèsso

Creato il: 20/10/2003 alle 22.02.14

Messaggio

gèsso
Cito parzialmente da Rohlfs: «La ‘y’ delle parole prese in prestito dal greco è stata, in verità, molto spesso conservata nell’ortografia del latino, però almeno la lingua del volgo ha adattato il suono straniero al proprio sistema fonetico. Negli imprestiti più antichi la ‘y’ è stata resa con ‘u’, se si trattava di una ‘y’ breve: cfr. [...] thunnus [...]. In epoca più tarda, quando la ‘y’ nella pronuncia greca si era andata avvicinando ad una ‘i’, questo suono venne sostituito normalmente da ‘i’: cfr. ‘grillus’ a fianco della grafia ‘gryllus’, più frequente. [...] Come sviluppo, nel primo caso, esso è equivalente a quello della ‘u’ (breve) latina (>ó): cfr. [...] ‘tónno’ (thynnus) [...]. La ‘i’ formatasi sulla ‘y’ era, come qualità, o lunga o breve: abbiamo così, da una parte ‘cima’ (cyma) [...], dall’altra ‘gésso’ [...]. Le forme toscane ‘timo’, ‘cigno’ e ‘mirto’, che si basano su un’antica ‘y’ breve, saranno state voci dotte.» Etimologicamente, secondo lo ‘sviluppo spontaneo’, ci saremmo dovuti aspettare ‘gésso’ e non ‘gèsso’. Ma talvolta, nel corso della sua evoluzione, la pronuncia etimologica ha ceduto sotto la spinta dell’analogia (per esempio, ‘léttera’ è diventato ‘lèttera’ per influsso del participio passato ‘lètto’; in altri casi la pronuncia aperta anziché chiusa - nelle parole d’origine dotta - si deve all’abitudine di leggere le ‘e’ e le ‘o’ latine tutte aperte: ‘estrèmo, complèto, èco, mènsa’, ecc.); si può quindi supporre che la pronuncia ‘gèsso’ sia dovuta all’azione omologante di altri sostantivi in ‘-èsso’ (come ‘sesso’, ‘(am)plèsso’, ‘circonflèsso’, ecc.). Un altro caso, fra gli altri, è quello di ‘nòzze’ da ‘nuptiae’, che avrebbe dovuto dar luogo a ‘nózze’; infine, a volte, convivono due pronunce, entrambe accolte nello standard (fólla/fòlla, gónna/gònna; fréno/frèno, frégio/frègio, ecc.).

Autore : Marco1971 - Email : olgs_30@hotmail.com
Inviato il : 20/10/2003 alle 22.02.14


Gli altri messaggi

gèsso - Saskia - (17/10/2003 14.36.43)
R: gèsso - Marco1971 - (20/10/2003 22.02.14)
R:R: fólla e gónna - avemundi - (23/10/2003 00.54.43)
R:R:R: fólla e gónna - Marco1971 - (23/10/2003 16.53.29)
R:R:R:R: fólla e gónna - avemundi - (27/10/2003 16.59.07)
R:R:R: fólla e gónna - Infarinato - (25/10/2003 17.56.23)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada