Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

dubbi grammaticali 1

Creato il: 16/05/2008 alle 20.24.02

Messaggio

dubbi grammaticali 1
Cari membri del forum,avrei innumerevoli dubbi grammaticali che desidererei sottoporvi. Si dice "il fine settimana" o "nel fine settimana"? (compl. di tempo). Ambasciata di Serbia o della Serbia? Di Giappone o del Giappone? Si usa l'espressione "spendere il tempo" nel senso di "trascorrere il tempo"? SI dice "passare di qui" o "...da qui"? Si può dire "lui è meglio della sua fama"? Per le malattie non si può usare "mischiare" al posto di "contagiare"? SI dice Ho perso interesse" o "Ho perso l'interesse"?"Studiare/parlare inglese" o "studiare/parlare l'inglese"?Cioè, quando si può omettere l'articolo? Dopo l'espressione "non sia mai" si usa sempre l'imperfetto congiuntivo, vero? Si può dire "da prima di"? Si dice "al primo piano". Ma va bene anche "sul primo piano"?E' corretta l'esclamazione "hai voglia dei posti!"?Dopo "chiedo scusa" ci cuole "se" o vanno anche bene "di" e "per"?Si può dire "venire a mente" anziché "venire in mente"?Si dice "sono impegnato col lavoro" o "...per il lavoro"?Si dice "prenotare un tavolo" e "tavolo riservato. In questi casi non si può usare il femminile "tavola", vero?Dopo "tipo/i di","specie di","sorta/e di",ecc. ci vuole il sing. o il plur.?Per es."tipo di vestiti", "dolci di vari tipi","vari tipi di biscotti","vari tipi di persona",ecc. E' corretta la frase "da dopo l'incidente non è più lo stesso"?Ho qualche dubbio sul "da dopo". Si dice "fuori il taxi", "fuori del taxi", "fuori dal taxi" o "fuori al taxi"? Si dice "lo considero un fratello" o "...come un fratello"? E' corretta la frase "sono consapevole da dove viene"? Si dice "c'è poco da stare allegri" o "di che stare allegri"? Dopo "accennare" ci vuole sempre la prep. "a"? "Più presto" e "prima" sono sempre intercambiabili? Per es. "scusa se non te l'ho detto prima/più presto". Che differenza c'è tra "questo" e "prossimo"? Per essempio oggi è lunedì e quando dico "giovedì prossimo" e "questo giovedì" indico sempre il giovedì della mia stessa settimana? Quando si dice "molto di più" e quando "molto più"? Si dice "non verrebbe neanche a paarlo" o "non verrebbe anche a pagarlo?E "anche a pagarlo non verrebbe" o "neanche a pagarlo non verrebbe"? Si può dire "è la meno peggio"?Si dice "non lo merita" o "non se lo merita"?Si dice "m'informerò come andare" o "m'informerò su come andare"? Si dice "mettiti avanti" o "...davanti"? "Ponto soccorso" ha il plurale? Si può dire "come fai di cognome/di nome"?Si dice "avere la testa nelle nuvole" o "...fra le nuvole"? Solo "mettere il dito sulla piaga" o anche "rigirare il dito nella piaga"? Su un libro ho trovato la frase "il peggior nemico di se stessa" che si riferiva a una donna. Perché non "la peggiore nemica di se stessa"? Si dice "a quel tempo" o "in quel tempo"?(nel senso di "a quei tempi"). E' italiana (o?) l'espressione "fare arsura"? Si dice "qualcosa più di" o "qualcosa di più di"?Si dice "ci vediamo in settembre" o "...a settembre"? Si dice "togliere qualcosa da mano a qlcn."? Si scrive "e' un 'di più'" o "è un di più"? Il plurle di "ragazza immagine" è "ragazze immagine" o "ragazze immagini"? Perché? Che differenza passa tra "pessimista" e "pessimistico","ottimista" e "ottimistico"? QUando si usa "re-" e quando "ri-"? Per. es. "reiniziare" o "riiniziare"? E' corretta l'espressione "che intendi che non ho risposto alle tue lettere?". Il dubbio nasce dal fatto che "intendere" normalmente vuole la prep. ma qui è legato direttamente al "che".ùSu nessun vocabolario riesco a trovare l'aggettivo "superomistico". COme mai? "Superuomo" non ha un aggettivo? Si dice "andare di logica" o "...per logica"?La parola "geisha", termine giapponese, come fa al plurale, "geisha" o "geishe" all'italiana? COn il verbo essere quando il soggetto e la parte nominale sono di numero diverso, come ci si comporta? Per es. "queste cose sono il prezzo da pagare" o "...è il prezzo da pagare"? "Lo shogi sono gli scacchi orientali" o "...è gli scacchi orientali"? Esistono le espressioni "ho/fa freddo, caldo". Ma le espressioni "ho/fa fresco,tiepido"? E' italiana l'espressione "un suono che esplode nelle orecchie"? E' molto usata? Che vuol(e?) dire? Per una superfice piana si usa "vericale", per una solida "longitudinale". Ancora, per una piana "orizzontale" e per una solida "perpendicolare"? Si dice "quel giorno andai al mare" o "in quel giorno..."?Perché? E' corretta l'esclamazione "neanche li vendesse!" o ci vuole il(l'articolo qui è necessario?) "se" dopo il "neanche"? Si può dire "né...e né" o solo "né...né"? Si dice "non ci vuole molto a capire" o "...per capire"? Si dice "non avere idea su" o "...di"? Si può dire "se è possibile mi piacerebbe" o solo "se fosse possibile mi piacerebbe"?Lo stesso vale quando si usa l'espressione "se vuoi..."? Si dice "tirare una parola di bocca" o "...da bocca"? Si dice "usare gentilezze" ma anche "profferire gentilezze"? Si dice "da 18 anni in su" o "dai 18..."? L'opposto di "futuro remoto" (nel senso di "futuro lontano") è "futuro prossimo"? Si dice, dunque,"in un futuro prossimo/remoto" o "nel futuro..."? Si dice "tale e quale" o "tal e quale"? Da qualche parte ho letto le espressioni "su di un dizionario" e "arroccato su di un picco inaccessibile"? Quando si usa il "di" dopo le preposizioni? Secondo i dizionari solo prima dei pronomi personali! Si dice "non su te, ma io.." o "non so tu..."? Si dice "già è troppo che è arrivata" o "...se è arrivata"? Esiste la comparazione "più...che se"? Per es. Costa più se lo compri qui che se lo compri lì. Quando mi riferisco a una donna (in un gruppo formato di (da?) uomini e donne) devo dire "una dei miei studenti" o "uno dei miei studenti"? Si dice "comincia da qui" o "...di qui"? Si può sottintendere il "uello" nella frase "dimmi quello che ti piace e non ti piace"? Perché? Si dice "fissarsi di,su o in qualcosa"? Dopo "vale la pena" ci vuole la prep.? La frase "tra poco stanno per arrivare" è errata? Già la forma progressiva esprime l'imminenza dell'azione. Si dice "a o in quell'epoca"? Si dice "andare a lavoro" o "...al lavoro"? Voi mi avete detto che l'aggettivo con funzione avverbiale non deve mai essere declinato. Su una grammatica, tuttavia, ho trovato frasi come "la neve fiocca lenta" e "ragazzi, andiamo cauti". Qual è la regola? Trovo spesso l'aggettivo con funzione avverbiale declinato! Si dice "fa caldo umido" o "...un caldo umido"? Che differenza c'è tra "odore" e "profumo"? Cioè dico "si sente odore di mare" o "si sente profumo di mare"? (a proposito, "si sente" va tra virgolette? E prima di "odore" e "profumo", in questo contesto, ci vuole l'articolo?). L'espressione corretta è "stavo lì lì per..." o "...là là per..."? Si dice "non stupisce che divento povero" o "...se divento povero"? E? corretto dire "una (fem.) dei pochi (m. + f.)"?

Autore : Jeff - Email :
Inviato il : 16/05/2008 alle 20.24.02


Gli altri messaggi

dubbi grammaticali 1 - Jeff - (16/05/2008 20.24.02)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada