Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Bémbo, per favore.

Creato il: 30/09/2003 alle 10.32.37

Messaggio

Bémbo, per favore.
L'apertura fiorentina della 'e' di 'Bembo' ha origini molto antiche, risalendo forse alle due ambascerie presso i Medici di Bernardo Bembo, padre del letterato Pietro: oltre un secolo, quindi, prima delle fortune "cruscanti" di questo. Però non m'è stato possibile, in questi due giorni, trovar traccia di siffatta apertura nell'odierna parlata di Venèzia, patria del gruppo di famiglie che per quattro secoli diedero alla Repubblica 'capitani da mar', diplomatici, grandi funzionari, un doge, e il già citato autore delle 'Prose della volgar lingua'. Né suppongo che qualcuno pronunzi 'Bèmbo' a Cremóna, luogo d'origine d'una quattrocentesca famiglia di pittori dello stesso cognome, e di quell'altro Bonifacio Bémbo che a Milano fu grande sostenitore del partito sforzesco e, a giudicare dall'iperbolico encomio di Ludovico Maria letto verso il 1490 nell'Università pavese, sarebbe oggi un temibile concorrente di qualche 'plauditor' televisivo. Ignoro se altri criteri siano stati escogitati a soppiantare quello, ovvio, di pronunziare toponimi e cognomi secondo gli usi del luogo "di competenza", ma non dubito che il fiorentinesco 'Bèmbo' faccia a molti l'identico effetto dei deliziosi 'Alighierí, 'Verdí', 'D(e)sciricó' ai quali non sanno rinunziare i nostri cugini d'Oltralpe.

Autore : Vittorio - Email : Vittorio.Mascherpa@rcm.inet.it
Inviato il : 30/09/2003 alle 10.32.37


Gli altri messaggi

Bémbo, per favore. - Vittorio - (30/09/2003 10.32.37)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada