Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Uso del verbo venire

Creato il: 16/09/2003 alle 10.25.45

Messaggio

Uso del verbo venire
L'uso del verbo 'venire' al posto di 'essere' nella costruzione passiva è corretto. Trascrivo da Serianni: "14. II. L'uso di 'venire' (solo nei tempi semplici) in luogo di 'essere', il quale conferisce alla frase un valore dinamico, sottolineando un'azione: "'la finestra viene chiusa' parla dell'atto di chiuderla; mentre 'la finestra è chiusa', che pure è il normale passivo di 'chiude la finestra', viene più spontaneamente interpretato come copula + aggettivo, con riferimento allo stato della finestra ('la finestra è chiusa' come 'la finestra è grande'), e non all'azione di chiuderla" (Lepschy-Lepschy 1981:137). Talvolta il ricorso a 'venire' come ausiliare non risponde a un particolare modo di presentare l'azione, ma al semplice gusto personale di chi parla o scrive, come nel seguente passo di Tomasi di Lampedusa (Il Gattopardo, 73-74), nel quale in luogo di 'venire' avrebbe potuto figurare 'essere', almeno per le prime tre occorrenze: 'la serata [...] venne seguita da altre egualmente cordiali; durante una di esse il generale venne pregato di interessarsi affinché l'ordine di espulsione per i Gesuiti non venisse applicato a padre Pirrone che venne dipinto come sovraccarico di anni e malanni'". (XI, §14) Come in tutto, si tratta di non esagerare, e d'impiegare la scelta con cognizione di causa per raggiungere l'effetto stilistico desiderato.

Autore : Marco1971 - Email : olgs_30@hotmail.com
Inviato il : 16/09/2003 alle 10.25.45


Gli altri messaggi

Uso del verbo venire - Marco1971 - (16/09/2003 10.25.45)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada