Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Preposizioni disarticolate e raddoppiamento sintattico

Creato il: 05/09/2003 alle 11.00.25

Messaggio

Preposizioni disarticolate e raddoppiamento sintattico
Questa volta mi vedo costretto a dissentire. Non riportavo, infatti, una parere personale, ma semplicemente la dizione consigliata da DOP e –udite, udite- DiPI. In effetti, perché mai –al di là delle (rispettabilissime) tendenze personali- si dovrebbe fare una pausa nella lettura dopo «de» o «ne»? Fermo restando che, come per altro ha già ben puntualizzato Lei, queste «preposizioni disarticolate» non son altro che un _espediente grafico_ (ripeto: _grafico_) vòlto a conservare l’integrità formale di un titolo, nome, etc. laddove non se ne può fare a meno (e _solo_ in questi casi), perché mai dovremmo «introiaiare» anche la pronuncia?

Autore : Infarinato - Email : p.matteucci@soton.ac.uk
Inviato il : 05/09/2003 alle 11.00.25


Gli altri messaggi

Preposizioni disarticolate e raddop - Infarinato - (05/09/2003 11.00.25)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada