Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attivitą
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Passato remoto e passato prossimo.

Creato il: 24/08/2003 alle 12.46.42

Messaggio

Passato remoto e passato prossimo.
Mi e' capitato di leggere su una grammatica italiana per le scuole superiori le seguenti regole.
Il passato remoto indica azione avvenuta in tempo interamente trascorso, senza idea di durata e di abitudine.
Il passato prossimo indica azione avvenuta in un tempo passato, ma non del tutto trascorso, o azione i cui effetti durano ancora.
Messe in questo modo le regole sembrerebbero molto simili a quelle che valgono per il simple past e per il present perfect in Inglese. Il modo pero' in cui i verbi si utilizzano comunemente nelle due lingue e' piuttosto diverso.
Il libro riporta anche la seguente nota.
I settentrionali spesso confondono il passato prossimo con il passato remoto; questo tempo anzi e' del tutto ignorato dai Lombardi. Viceversa gli Italiani del mezzogiorno fanno grande abuso del passato remoto, ignorando spesso e volentieri il passato prossimo. Cosi' e' facile sentire nell'Italia settentrionale: Ieri (tempo del tutto passato) ho passeggiato, e nell'Italia meridionale: In questo mese (tempo non del tutto trascorso) feci notevoli progressi nel mio lavoro.
Sono veramente queste le regole per l'uso di questi tempi? Mi suonerebbe piuttosto strano dire: Ieri passeggiai per due ore. Io provengo dall'Italia centrale. Grazie.


Autore : flavio - Email : flavio_ubaldini@hotmail.com
Inviato il : 24/08/2003 alle 12.46.42


Gli altri messaggi

Passato remoto e passato prossimo. - flavio - (24/08/2003 12.46.42)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada