Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Citofono / Citofonare

Creato il: 25/12/2002 alle 18.54.03

Messaggio

Citofono / Citofonare
I dizionarî in mio possesso – concordemente – adoperano il termine 'citofono' per definire quell’“apparecchio telefonico che collega la portineria di un edificio con i singoli appartamenti, oppure le parti di un’abitazione distanti fra loro. [calco su telefono, mediante la sostituzione di tele- ‘lontano’ col lat. citus ‘veloce’]”. Dalla suddetta parola – dicono sempre i dizionarî – deriva il verbo ‘citofonare’, che significa ‘comunicare, parlare per mezzo del citofono’. Da un poco di tempo però, ho notato, ascoltando qua e là i discorsi della gente, che s’è diffuso in Italia un uso improprio sia del termine citofono che del verbo citofonare. Un bruttissimo uso che - presumo - proviene da Roma. Citofono, infatti, nel parlato comune dell’Italia d’oggi, non sta più ad indicare soltanto l’apparecchio telefonico con cui si comunica (sia quello che si trova ne’ pressi del portone, sia quello collocato negli appartamenti), ma, più estesamente, 'il pannello su cui sono posizionati (oltre al citofono medesimo) tutti i campanelli di uno stabile' o – peggio! – 'il singolo campanello'. Di conseguenza citofonare non significa più soltanto ‘parlare al citofono, comunicare mediante citofono’, ma ‘suonare il campanello’. Non di rado mi son trovato a sentire – anche da persone di buona istruzione – l'espressione 'i citofoni di uno stabile' in luogo dei 'campanelli'; e non di rado ho sentito dire, con sconcertante disinvoltura, una frase del tipo: 'Mentre ero a casa, ho sentito suonare il citofono' anziché 'Ho sentito suonare il campanello'; tale uso del termine citofono, un uso ignobile e barbaro, è stato “istituzionalizzato” proprio l’anno passato sui teleschermi della RAI: il Sig. Massimo Ranieri, difatti, ch’è tra’ più noti cantanti d’Italia, ha utilizzato, per una sua trasmissione di canzoni napolitane, il titolo "Citofonare Calone". Il verbo 'citofonare' adoperato quindi in luogo di 'suonare'. Voi cosa ne pensate, utenti del forum? Cordiali saluti, Goyassel La Zucca.

Autore : Goyassel - Email : Goyassel_La_Zucca@hotmail.com
Inviato il : 25/12/2002 alle 18.54.03


Gli altri messaggi

Citofono / Citofonare - Goyassel - (25/12/2002 18.54.03)
R: Citofono / Citofonare - Basilio Pu - (26/12/2002 10.12.44)
R:R: Palazzo - avemundi - (26/12/2002 23.47.34)
R:R:R: Palazzo - Basilio Pu - (28/12/2002 00.00.55)
R:R:R:R: Palazzo - avemundi - (02/01/2003 09.25.34)
R:R:R:R:R: Palazzo - Vittorio - (07/01/2003 13.22.54)
R:R:R:R:R:R: Palazzo - avemundi - (07/01/2003 19.43.43)
R:R:R:R:R:R:R: Palazzo - Vittorio - (08/01/2003 13.43.39)
R:R:R:R:R:R:R:R: Condominio e zio Agamennone - avemundi - (08/01/2003 23.32.51)
R:R:R:R:R:R: Palazzo - formichier - (08/01/2003 13.40.08)
R:R: Citofono / Citofonare - Goyassel L - (28/12/2002 00.03.47)
R:R:R: Citofono / Citofonare - Basilio Pu - (02/01/2003 09.29.38)
R:R:R:R: Citofono / Citofonare - skalzo - (09/01/2003 21.05.24)
R:R:R:R:R: Citofono / Citofonare - Basilio Pu - (11/01/2003 23.27.13)
R:R:R:R:R:R: Errore! - Basilio Pu - (13/01/2003 00.20.57)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada