Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Devolution e governatori

Creato il: 19/12/2002 alle 09.57.17

Messaggio

Devolution e governatori
Riporto dal vocabolario inglese-italiano: "devolution//s.//1 (pol.) delegazione del potere; trasmissione (di carica); decentramento amministrativo//2 (dir.) devoluzione, trasmissione (di beni)//3 (biol.) degenerazione; degradazione; involuzione." ; e dal vocabolario di italiano: "governatore//Fonetica: [go-ver-na-tó-re]//Etimologia: Lat. gubernato¯re(m), propr. 'timoniere', da guberna¯re 'reggere il timone'//s. m.//1 [f. -trice] (non com.) chi governa//2 alto funzionario che esercita il governo di un territorio, per lo più in rappresentanza del potere centrale dello stato: i governatori delle colonie ' il presidente dell'esecutivo di ciascuno degli stati degli USA: il governatore della California | nell'ordinamento fascista, titolo di chi era a capo dell'amministrazione comunale di Roma//3. in vari paesi, chi dirige la banca centrale: il governatore della Banca d'Italia//4 (ant.) timoniere.//Sinonimi e contrari: (non com.) Sin. governante, reggitore (lett.)." . Partendo da questi presupposti, mi soffermo su alcune personali (e sottolineo "personali") considerazioni. "Riforma federalista" è un'espressione che "vuol dire tutto e niente" (sappiamo benissimo che sotto questo titolo, condiviso da molte forze politiche, si nascondono diversi e differenti modi d'interpretarlo). "Devolution" (parola inglese) ha un significato politico ben preciso. E' chiaro che "devolution" non significa "federalismo" (si potrebbe anzi dire che ne sia parte), ma se con codesto termine si vuole intendere il passaggio di alcune prerogative delle istituzioni centrali alle istituzioni periferiche (o locali), allora bisogna concordare sulla "correttezza formale" del suo uso, nonché sulla sua forte "capacità di sintesi" (slogan). Ritengo sia "corretto" l'uso di "governatore" (riferendosi ai Presidenti di Regione) solamente ove sia inteso nel modo generico di "colui che governa"; ritengo invece sia "scorretto" l'uso di "Governatore" (maiuscolo questa volta) per riferirsi alla carica di Presidente di Regione. Detto ciò, i miei gusti personali si ribellano all'uso di queste parole nei termini proposti. Preferisco usare "Presidente di Regione" anziché "governatore"; e preferirei usare "devoluzione" al posto di "devolution", creando di fatto un neologismo (almeno nell'accezione politica del termine). C'è sempre una ragione a dettare l'uso di una parola rispetto ad un'altra. Non prendo nemmeno in considerazione l'ipotesi che cui tale ragione sia l'ignoranza (non andremmo da nessuna parte seguendo tale strada). Tutte le parole hanno rispetto alle altre (anche quando siano sinonimi) un significato ed una valenza differenti. La ragione dell'uso, dell'una o dell'altra, dimora nella parola stessa che è stata scelta (quella e non l'altra!!). La ragione quindi è la "SCELTA" fatta. Non ho letto l'articolo in questione, perciò le mie considerazioni hanno carattere generale (e al contempo, ripeto, sempre personali).

Autore : Gigio - Email : arreghini_luigi@email.it
Inviato il : 19/12/2002 alle 09.57.17


Gli altri messaggi

Devolution e governatori - drugantibu - (10/12/2002 13.03.40)
R: Governatore - avemundi - (10/12/2002 22.52.31)
R: Devolution e governatori - Vittorio - (11/12/2002 10.00.19)
R: Devolution e governatori - formichier - (11/12/2002 10.02.54)
R: Devolution e governatori - Gigio - (19/12/2002 09.57.17)
R:R: Sviste... - Gigio - (20/12/2002 09.58.11)
R:R: Una precisazione - Alessio - (27/01/2003 10.17.07)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada