Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Delucidazioni riguardo una proposizione...

Creato il: 13/07/2003 alle 11.10.13

Messaggio

Delucidazioni riguardo una proposizione...
Ciao a tutti vi scrivo per presentarvi un quesito che da diversi mesi tiene in scacco me e alcuni miei amici. Un po’ di tempo fa abbiamo intrapreso una discussione a proposito delle proposizioni (semplici ed articolate). Una nostra amica, durante la discussione, dice che la sua maestra delle elementari durante una lezione aveva detto a tutta la classe che le proposizioni semplici erano:di, a, da, in, con, su, per, tra, fra, senza. Dopo quest’ultima affermazione le nostre rimostranze non si sono fatte attendere; a noi tutti, “senza”, risultava un avverbio, al limite una proposizione articolata. La teoria sua e della maestra era che se “con” era una proposizione semplice “a ragion di logica” doveva esserlo anche senza. Da quel lontano giorno è iniziata la nostra ricerca, sia via internet sia per via cartacea. La maggior parte dei vocabolari comuni, alla voce “senza” fanno corrispondere una laconica proposizione (senza alcuna altra specificazione); alcuni vocabolari (dei quali ora non ricordo il nome) ci hanno indirizzato verso una “fantomatica” proposizione impropria. Da quel momento le nostre ricerche si sono orientato su quel versante e dopo qualche giornata di febbrile ricerca, da due grammatiche adottate al ginnasio, “senza” viene considerata una proposizione si, ma impropria a causa dell’uso che se ne fa di quella “particella” (se devo essere sincero la spiegazione era molto più articolata ma non mi sembrava il caso di riportarla per intero). Queste sono le due grammatiche in questione: “Scritto e parlato (Grammatica ed educazione linguistica)” di Maurizio Della, casa editrice La Scuola; “Per filo e per segno (Grammatica italiana per il biennio) di Maria Corti e Claudia Caffi, casa editrice Bompiani per le scuole superiori. La mia domanda è questa, cosa è realmente senza? Potrebbe trattarsi di una proposizione oppure è un avverbio o ancora un sostantivante? Secondo voi è vero che ci sono varie scuole di pensiero (varie correnti) anche per quanto riguarda i termini semplici e che alcune propensino per una qualsiasi proposizione mentre altre per qualche altra forma? Ringrazio sentitamente in anticipo per la vostra eventuale risposta.

Autore : mighe - Email : mighe.m@tiscali.it
Inviato il : 13/07/2003 alle 11.10.13


Gli altri messaggi

Delucidazioni riguardo una proposiz - mighe - (13/07/2003 11.10.13)
R: Delucidazioni riguardo A una prEpos - Marco1971 - (13/07/2003 11.49.19)
R:R: Grazie... - Mighe - (14/07/2003 13.01.19)
R: Delucidazioni riguardo una proposiz - avemundi - (14/07/2003 12.13.14)
R: Delucidazioni riguardo una proposiz - Ergo - (14/07/2003 12.47.28)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada