Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

catapano o catepano?

Creato il: 26/02/2003 alle 15.07.20

Messaggio

catapano o catepano?
Dopo aver consultato il mio solito Battaglia, credo che la preminenza lessicale di "catapano" si possa forse far risalire al Puoti. Ma procedo con ordine. L'esponente usato nel Battaglia è "catapano", seguito da "catepano", in corsivo ed entro parentesi ma senza alcun commento. Vengono dati due significati: uno «storico», sensibilmente diverso tra la Puglia bizantina (= governatore di provincia) e il regno normanno (= funzionario amministrativo giudiziario): le carte che Lei cita mi sembrano riferirsi a questa seconda, piú recente accezione. Quanto all'origine, trascrivo come posso, senza corsivi né caratteri greci e con qualche commento tra parentesi quadre: «Voce dotta, lat. mediev. catapanus, catepanus [con indicazione di lunga sulle seconde "a"], del [sic] gr. bizantino katepános [con omicron finale] (comp. da katá, rafforzativo, e epáno [con omega finale] 'di sopra, più in alto'); cfr. ant. sicil. catapanu 'magistrato per giudicare le liti nei mercati', calabr. catapanu 'principale', ant. abruzz. catapano 'capo di compagnie laiche'.». Oltre al significato storico, il Battaglia ne indica uno «Dial. Persona che gode di autorità». E qui viene citato il Puoti (suppongo dal 'Vocabolario domestico napoletano e fiorentino', ma non ne sono certo): «Puoti, 63: 'Catapano' dicesi di uomo pratico e intendente, che non per ufficio, ma per credito ed abilità ha autorità e potere sopra molti altri.». Aggiungo che personalmente mi ricordo una sola occorrenza letteraria di questo termine, in un testo d'autore barese (Tommaso Dell'Era, 'I cavalieri di San Nicola', Fasano di Brindisi, 1992, pag. 64): «Quelli erano monaci come io sono catepano». Sembra naturale (a un non-linguista, non-letterato e non-giurista come me) che il termine, entrato in Italia da Bari, vi abbia mantenuta la forma piú vicina all'originale bizantino. Concludo con un'altra considerazione del tutto privata: non direi «di buon livello» turisti che irridano la toponomastica locale: sarebbe come inviare petizioni al Municipio de' Fiorentini perché modernizzi i nomi di Via dell'Oriuolo o di Via de' Calzaiuoli. Spero quindi che i Vostri toponimi del "Catepano" non vengano standardizzati e che riusciate a evitare l'errore commesso qualche decennio fa in Laguna, dove, dopo quasi un millennio, le "Parochie" furono atrocemente gratificate d'una seconda "c" e le "Fondamente" vennero snaturate in Fondamenta (nel nostro piccolo, anche a Milano qualcuno pensò bene di copiare il Manzoni facendo diventare "Lodovica" la vecchia "Porta Ludovica").

Autore : Vittorio - Email : Vittorio.Mascherpa@rcm.inet.it
Inviato il : 26/02/2003 alle 15.07.20


Gli altri messaggi

catapano o catepano? - rafior - (22/02/2003 17.44.55)
R: catapano o catepano? - Marco1971 - (23/02/2003 01.02.52)
R:R: catapano o catepano? - rafior - (23/02/2003 22.02.15)
R:R:R: catapano o catepano? - Vittorio - (26/02/2003 15.07.20)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada