Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Preposizioni, fondativo e zeri

Creato il: 07/11/2004 alle 12.25.40

Messaggio

Preposizioni, fondativo e zeri
1) Perché le preposizioni stanno inesorabilmente scomparendo dalla lingua parlata e sempre più spesso capita di sentir dire, anche dai ben parlanti, “ci sentiamo settimana prossima”, “ci vediamo davanti casa tua” eccetera? 2) Oggi ho sentito Massimo D’Alema pronunciare la frase “[…] la bocciatura […] costituirebbe un valore fondativo della democrazia parlamentare europea”. Non ho trovato l’aggettivo-participio presente “fondativo”, ma il solito Google restituisce ben 7500 occorrenze della voce “fondativo”. Io direi “fondante” in tutti i casi che ho preso in esame, ma come considerare “fondativo”? 3) Traduzione di Francesca Saltarelli del libro di Fernando Savater “Etica per un figlio” (Ed. Laterza), appendice: “Quindi, per il fatto che i calendari passino dall’uno seguito da molti nove al due seguito dagli zero o da due zero e un uno […]”. Perché zero è rimasto invariabile? Non sarebbe stato più coretto scrivere “dagli zeri”, “da due zeri”? Grazie, L.

Autore : Laura - Email : laurab@tin.it
Inviato il : 07/11/2004 alle 12.25.40


Gli altri messaggi

Preposizioni, fondativo e zeri - Laura - (07/11/2004 12.25.40)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada