Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Raddoppiamento fonosintattico

Creato il: 04/11/2004 alle 21.53.50

Messaggio

Raddoppiamento fonosintattico
Nella grammatica del Serianni (ed. Garzantina) leggo al paragrafo I.65, relativo al raddoppiamento fonosintattico, che la particella mo' (nella locuzione a mo' di) richiede il raddoppiamento; al paragrafo I.63, introduttivo alla fonetica sintattica, è riportata una frase, come esempio di corretta pronuncia, in cui compare la particella po' senza il raddoppiamento sintattico: “Ha bevuto un po’ di vino” = [abbe'vut(o)-um'po di'vino]. Perché queste due particelle, che sono l’apocope di “modo” e “poco”, hanno un comportamento diverso rispetto al raddoppiamento fonosintattico? P.s. Il diverso comportamento dei due termini è riportato anche da molti vocabolari.

Autore : bubu7 - Email : anonimo@anonimo.it
Inviato il : 04/11/2004 alle 21.53.50


Gli altri messaggi

Raddoppiamento fonosintattico - bubu7 - (04/11/2004 21.53.50)
R: Raddoppiamento fonosintattico - Marco1971 - (17/11/2004 15.39.45)
R: Raddoppiamento fonosintattico - Bue - (17/11/2004 19.15.40)
R: Raddoppiamento fonosintattico - incarcato - (18/11/2004 19.01.36)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada