Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Scuola Palazzo Malvisi

Creato il: 09/10/2004 alle 13.02.47

Messaggio

Scuola Palazzo Malvisi
L’oggetto di questo messaggio fa riferimento ad un tema affrontato in una stanza ormai chiusa (novembre 2003). Purtroppo solo oggi ho trovato, per caso, i messaggi correlati, ma mi sento ugualmente in dovere di dare una risposta a “Mark” e “Avemundi”, in quanto il “consulente incompetente e approssimativo” di cui parlano i messaggi è il sottoscritto. Mi chiamo Gianni Garelli, insegno presso la Scuola Palazzo Malvisi di Ravenna e curo la rubrica “SOS Grammatica” di cui trattano i messaggi stessi. Premetto che il servizio di consulenza grammaticale da me fornito, totalmente gratuito, è rivolto soprattutto a studenti stranieri (nostri potenziali “clienti”); tuttavia, poiché moltissime sono le richieste provenienti da italiani, ho sempre creduto di dover rispondere, compatibilmente con il tempo disponibile, anche ad essi, in nome forse di una “libera fruibilità” caratteristica di un tipo di WEB ormai in via di estinzione. Devo ammettere che le osservazioni poco lusinghiere rivolte al mio lavoro non mi hanno certo fatto piacere, soprattutto quelle riguardanti l’approssimazione che caratterizzerebbe i miei suggerimenti; in realtà, prima di rispondere, ho sempre cercato conferma alle mie affermazioni in testi ritenuti unanimemente “attendibili”, testi che ho anche spessissimo citato in nota. Rileggendo le risposte incriminate (4 su 325), ho inoltre trovato un solo grossolano errore: laddove con superficialità affermo non esservi differenze fonetiche tra “è” verbo ed “e” congiunzione. Visto il tema specifico della domanda, intendevo dire che non vi sono evidenti differenze di “pronuncia” che un italiano “medio” possa cogliere e che quindi possano essere d’aiuto nell’insegnamento della grafia corretta ai bambini. Nella risposta “plurale di monoligua”, con un po’ di attenzione si può notare come la forma “monolingua”, meno frequente di monolingue”, ma anch’essa ampiamente attestata, è usata da chi pone la domanda e non dal sottoscritto; anche se personalmente ritengo che “monolingua” non possa ritenersi una forma errata. Per quel che riguarda le altre due (“passare sotto qualcuno” e “s intervocalica”), sinceramente non vedo dove stia l’errore; sarei quindi molto grato, e lo dico senza ironia, a “Mark” e “Avemundi” se mi aiutassero a comprenderlo.

Autore : Gianni_Garelli - Email : giachi@mwire.net
Inviato il : 09/10/2004 alle 13.02.47


Gli altri messaggi

Scuola Palazzo Malvisi - Gianni_Gar - (09/10/2004 13.02.47)
R: non vedo dove stia l’errore - anonimo - (09/10/2004 22.30.52)
R:R: Una tiratina d'orecchie ;-) - Marco1971 - (11/10/2004 12.46.27)
R:R:R: Una tiratina d'orecchie ;-) - anonimo - (12/10/2004 17.21.18)
R:R:R: Una tiratina d'orecchie ;-) - anonimo - (12/10/2004 18.28.40)
R: non vedo dove stia l’errore - anonimo - (09/10/2004 22.25.51)
R: Scuola Palazzo Malvisi - Mark - (11/10/2004 23.14.14)
R:R: Scuola Palazzo Malvisi - Gianni Gar - (17/10/2004 18.11.32)
R:R:R: Scuola Palazzo Malvisi - Mark - (19/10/2004 23.01.09)
R: «monolingue» e «monolingua» - Marco1971 - (11/10/2004 23.44.09)
R: Insegnare l'italiano? - primastreg - (14/10/2004 18.57.06)
R:R: Insegnare l'italiano? - Gianni Gar - (17/10/2004 18.42.37)
R: Scuola Palazzo Malvisi - avemundi - (16/10/2004 15.47.51)
R: Scuola Palazzo Malvisi - Mark - (16/10/2004 21.13.07)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada