Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

«Proprio» e «suo»

Creato il: 24/09/2004 alle 12.49.31

Messaggio

«Proprio» e «suo»
Se la regola data dalla Grande Grammatica Italiana di Consultazione (da me riportata qui: http://forum.accademiadellacrusca.it/forum_12/interventi/5145.shtml ) non patisce eccezioni, «propri», nella frase da lei proposta, dovrebbe riferirsi a «nessuno» (come dice lei stesso).

Tuttavia, mi sembra che le subordinate implicite rendano piú sfocata alla mente del lettore la coreferenza tra aggettivo possessivo e soggetto della subordinata: se, nella forma esplicita, non sussistono dubbi (sempre secondo quella regola), nella forma implicita, per maggiore chiarezza, io a «propri» sostituirei «suoi»:

(1) Nerone non permise che alcunoi s’avvicinasse ai resti dei proprii averi.
(2) Neronei non permise a nessuno d’avvicinarsi ai resti dei suoii averi.

La frase

(3) Nerone non permise a nessuno d’avvicinarsi ai resti dei propri averi

a mio avviso è ambigua (come suggerisce anche lei) e potrebbe prestarsi alla doppia interpretazione (coreferenza con «Nerone» o con «nessuno»). Qui bisogna però aggiungere che la sua frase è fuori contesto; è probabile che quanto precede disambigui il senso.

Per evitare simili ambiguità, si potrebbe, per esempio, riformulare la frase al passivo:

(4) Nerone non permise che i resti dei suoi/propri averi fossero toccati da chicchessia.
(5) Nerone non permise che i resti degli averi d’ognuno fossero toccati da chicchessia.

In conclusione, in caso di dubbio e di possibile ambiguità, io aggirerei la difficoltà riscrivendo la frase in modo che essa appaia inequivocabile — a meno che lo scrivente
desideri creare ambiguità. Ma se lo scopo di chi scrive è di essere inteso, secondo me dovrebbe sempre cercare la formulazione piú chiara e incisiva possibile (non parlo, naturalmente, di lingua letteraria, cioè di uso artistico della lingua, che è tutt’altra cosa).

Autore : Marco1971 - Email : olgs_30@hotmail.com
Inviato il : 24/09/2004 alle 12.49.31


Gli altri messaggi

A Marco1971 e a chi ha pazienza - bartolo - (23/09/2004 14.07.02)
R: A Marco1971 e a chi ha pazienza - M - (23/09/2004 22.19.39)
R:R: A Marco1971 e a chi ha pazienza - bartolo - (24/09/2004 20.56.56)
R:R: Aggiunta - M - (24/09/2004 23.26.01)
R: «Proprio» e «suo» - Marco1971 - (24/09/2004 12.49.31)
R:R: «Proprio» e «suo» - bartolo - (24/09/2004 23.06.11)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada