Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Isdrael nella penna dell’Ottimo di Dante

Creato il: 23/09/2004 alle 13.52.04

Messaggio

Isdrael nella penna dell’Ottimo di Dante
Questo vuole essere un saluto −ma molto breve− per chiudere questa XXIV edizione dell’Agosto Pomaricano, che −come tutti sapete− si sarebbe dovuto concludere domenica scorsa, ma che non è potuto avvenire, perché un lutto ha colpito la nostra collettività

Cosí si legge –con la d, che  “fisiologica[mente]s’infigge di tra la s e la r– ne L’Ottimo Commento della Divina Commedia –prima redazione dell’opera di Andrea Lancia Notaro Fiorentino, contemporaneo di Dante–. Il testo, che –prefato da Francesco Mazzoni– è stato da Arnaldo Forni di Sala Bolognese ristampato nel 1995, vide la luce, in tre tomi, per le cure di Alessandro Torri  presso i torchî di Niccolò Capurro di Pisa negli anni 1827-1829. Virgilio, rispondendo alla “quistione, se mai niuno ch’entrasse in Inferno, n’uscì o per suo’ meriti, o per altrui” (tomo I, pag. 38), “dice che vide venire Cristo, che ne trasse l’ombra, cioè l’anima del primo parente, cioè d’Adamo; e quella […] d’Isdrael, cioè di Iacob figliuolo d’Isaac, a cui Dio pose nome poi Isdrael, però che di lui discesono li figliuoli, e ‘l popolo d’Isdrael”. Cosí, a parafrasi dei vv. 53-54 e 59 del canto IV dell’Inferno (tomo I, pag. 39), quel Notaro rende in lingua, che i redattori del Tesoro della Lingua Italiana delle Origini –il TLIO–, ma pur già aveva assegnato il Torri, classificano in Fiorentino del 1334 (anzi, il qualificativo di eminenza fu al testo attribuito dagli Accademici della Crusca a motivo della perspicuità del volgare fiorentino, che vi si rinviene, e da lí essi, perciò, cavarono molti esempî per la 1a edizione del Vocabolario –e, infatti, il frontespizio pisano conserva traccia di questo, già che reca […] / CITATO / DAGLI ACCADEMICI / DELLA CRUSCA / […]–). E poi, a pag. 60 –a chiosa del v. 137 nel medesimo canto, là, dove si “connumera[no]  molti filosofi, li quali ebbero diverse opinioni delli principj naturali” (pag. 59)–, parlando di Talete, dice: “Questi fue al tempo di Josia Re d’Isdrael […].

Cosí qui, come in altri luoghi.

È “aggiustamento”sol del Lancia, o è inserto, dunque, d’un copista quella dentale, tutto estraneo –anche allora– da chi di Firenze parlava nativo? Eppure, se tratto di copista fu, fu scelto a rappresentare –esso– la maniera di parlare del Lancia: fiorentina, ma diversa dalla maniera di Dante. Cos’è, allora: segno stigmatico popolare dell’ ”interesse del Lancia per il volgare, [che] da un ambito strettamente letterario, sconfinò in un terreno più pratico facendo tutt’uno con l’impegno civile”? –si fece promotore, infatti, della necessità che “«le Riformagioni siano scritte in vulgare e siano tradotte le antiche» e, essendo stata accolta la sua proposta, egli stesso veniva incaricato di compiere, l’anno successivo, il volgarizzamento degli «Ordinamenti contra agli soperchi ornamenti delle donne e soperchie spese de’ mogliazzi e de’ morti»” [“l’anno successivo” è il 1356, già che il 1355 indirizza la Petitione al Comune di Firenze. Cosí, alle pagg. 373-374, s’esprime Saverio Bellomo, Primi appunti sull’«Ottimo Commento» dantesco. I. Andrea Lancia «ottimo» commentatore trecentesco della «Commedia», in «Giornale Storico della Letteratura Italiana», vol. CLVII, anno XCVII (1980), fasc. 499; come quel, che immediatamente sopra a questa ho riportato, si troverà alla pag. 382]–. Cos’è, dunque, colore popolare, anche se egli –l’autore de L’Ottimo Commento, dico– aveva saputo intridere –cosí aveva visto il Carducci– di “colori danteschi” il volgarizzamento d’una riduzione in prosa –a opera di Anastasio Minorita– dell’Eneide virgiliana? È, dunque, nella penna e nella lingua dell’Ottimo, quella d, o di chi diede di nero in quei codici? È dovuto –quell’intreccio– a questo, allora, o a altro?

 

   



Autore : Luigi Pizzilli - Email : luigiduilip@tiscali.it
Inviato il : 23/09/2004 alle 13.52.04


Gli altri messaggi

Israele - riolite - (04/09/2004 12.30.16)
R: Israele - lettrice - (07/09/2004 19.48.56)
R: Israele - Lauraar71 - (07/09/2004 19.52.24)
R: Israele - scout - (09/09/2004 18.17.51)
R: Sull’epentesi occlusiva - Infarinato - (09/09/2004 23.28.23)
R:R: Sull’epentesi occlusiva - artigiano - (12/09/2004 20.45.28)
R:R: Isdrael nella penna dell - Luigi Pizz - (23/09/2004 13.52.04)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada