Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Virgole e virgolette: Classici

Creato il: 30/07/2004 alle 10.49.54

Messaggio

Virgole e virgolette: Classici
Lei non può saperlo, ma di Dante, purtroppo, non ci è giunto nulla di autografo; l'uso della punteggiatura, poi, nel 1300 seguiva criteri totalmente diversi da quelli odierni - sicché il Suo errore (se di "errore" si vuol parlare) risiederebbe nell'aver attribuito a Dante ciò che in realtà appartiene all'interpretatio di uno stimato filologo (nella fattispecie Giorgio Petrocchi - tant'è che se controlliamo lo stesso passo nell'edizione vandelliana del '21, troviamo scritto : «O frate,» disse, «questi...» etc.; in ultimo, se avesse la fortuna di sfogliare, ad esempio, l'edizione Foligno del 1472, andrebbe incontro a una bella sorpresa!).

Per quale soluzione adottare: la proposta rinnovata dal Manzoni (ma che doveva essere già consueta, tra gli stampatori e gli scrittori a lui contemporanei - ben inteso: non alludo all'uso
stilistico della punteggiatura!) esercita ancora il suo fascino e la sua indiscutibile autorità - in questo caso avremmo sì un testo in qualche modo controllato dall'autore (anche se le cose, per I promessi sposi, non sono così semplici come possono sembrare...); ma non c'è da stupirsi se incontriamo, magari leggendo Gadda o Calvino, una diversa successione dei segni interpuntivi (più vicina alla sensibilità del Petrocchi: «O frate», disse, «questi...»)...

Sotto il profilo logico, anzi, sarebbe meglio tenere fuori imminenti "virgole", "punti" etc. dalle "virgolette", lasciando alla sezione diegetica il compito di articolare il discorso diretto che altrimenti, nella finzione, non conoscerebbe segmentazioni, interruzioni di sorta:
«Vengo fino, fino da Lecco.» diventerebbe «Vengo», rispose Renzo, «fino, fino da Lecco» (legando meglio Vengo con fino) - in questo caso l'inciso diverrebbe ancor più estraneo alla mimesi; e nello stesso «O frate, questi ch'io ti cerno col dito...» l'interruzione della voce narrante sospenderebbe comunque la voce del personaggio subito dopo il vocativo, prima ancora della pausa che ad ogni modo si sentirebbe senza l'intervento diegetico («O frate», disse, «questi...»).
Ma è un'interpretazione, questa, opinabile, sulla quale l'autorità manzoniana potrebbe imporsi pacificamente (e del resto oggi non vi è curatore serio che, riproponendo il testo manzoniano, non rispetti l'uso della Quarantana, limitando il proprio intervento alla sola scelta grafica di
«» per " "... Altro, e più complesso, è invece il discorso sui codici...).

Autore : Ladim - Email : lanona@tiscali.it
Inviato il : 30/07/2004 alle 10.49.54


Gli altri messaggi

virgole e virgolette - Bartolo - (20/07/2004 19.42.10)
R: Virgole e virgolette - Marco1971 - (23/07/2004 22.14.38)
R:R: Virgole e virgolette: Classici - bartolo - (28/07/2004 12.51.29)
R:R:R: Dante? Bella, codesta! - Marco1971 - (29/07/2004 23.53.25)
R:R:R:R: Dante? Sì, ma del Petrocchi! - bartolo - (30/07/2004 19.07.27)
R:R:R:R:R: «Much ado about nothing» - Marco1971 - (01/08/2004 15.52.01)
R:R:R: Virgole e virgolette: Classici - Ladim - (30/07/2004 10.49.54)
R:R:R:R: Io cito l'originale dantesco! - bartolo - (31/07/2004 19.38.25)
R:R:R:R:R: Io cito l'originale dantesco! - Ladim - (11/09/2004 14.24.10)
R:R:R:R:R: Menzogna e sortilegio - Marco1971 - (11/09/2004 12.38.02)
R:R:R:R:R:R: Intelligenti pauca - bartolo - (14/09/2004 21.08.53)
R:R:R:R:R:R:R: Maxima debetur puero reverentia? - Marco1971 - (23/09/2004 13.03.19)
R:R:R:R:R:R:R:R: Poeta nascitur, orator fit - bartolo - (17/09/2004 19.07.55)
R: virgole e virgolette - homythos - (23/07/2004 22.50.32)
R: virgole e virgolette - Kurt - (24/07/2004 16.42.16)
R:R: virgole e virgolette - Uri - (25/07/2004 00.34.03)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada