Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Re Magi

Creato il: 01/07/2004 alle 20.03.12

Messaggio

Re Magi
L’inusitato singolare sarebbe re magio. La forma singolare (rifatta sul plurale magi) si trova nelle espressioni antiquate «stare come un magio» (rimanere stupefatto) e «stare ritto come un magio» (tenere una posizione eretta).

La differenza tra
mago/maghi e magio/magi, spiega il DELI (che cita da R. Schmitt in Glotta XLIX), «è intervenuta proprio per individuare univocamente i Magi del racconto evangelico da tutti gli altri maghi

Storicamente il magio era un «sacertode dell’antica religione persiana, seguace della dottrina di Zarathustra, cultore di una religione politeistica, adoratore del fuoco e del sole e dedito anche a pratiche esorcistiche e divinatorie; costituí la casta sacerdotale del paese; talora esercitò anche il potere politico.» (Battaglia) Le due parole,
mago/magio derivano, attraverso la mediazione del greco e del latino, dal persiano antico magush, «sacerdote persiano».

Autore : Marco1971 - Email : olgs_30@hotmail.com
Inviato il : 01/07/2004 alle 20.03.12


Gli altri messaggi

re magi - conteceno - (29/06/2004 19.01.41)
R: Re Magi - Marco1971 - (01/07/2004 20.03.12)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada