Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

**ci/gli

Creato il: 02/05/2004 alle 13.28.29

Messaggio

**ci/gli
Temo stia confondendo la funzione "dativale" con quella riconducibile alla "forma riflessiva reciproca". Il pronome "ci" può sì avere il valore di cui parla lei, ma non in questo contesto - esempio: in "io e Sabrina ci siamo parlati..." "ci" è un pronome riflessivo (di un verbo di forma riflessiva reciproca) di quarta persona (prima plurale, se preferisce), e ha la funzione di indicare la reciprocità dell'azione espressa dal verbo, entro un rapporto scambievole (cfr. "Marco e Luigi si scherniscono...", qui, naturalmente, il pronome è di terza plurale [sesta persona, se preferisce]). Altra cosa, invece, è il "ci" del suo esempio: sebbene l'azione qui non transiti, coinvolge ad ogni modo un complemento indiretto (per l'esattezza, di termine): "io ho parlato a lui" > "io gli ho parlato". Diversamente, nella forma reciproca riflessiva, i due termini coinvolti dal rapporto di reciprocità, godono dello stesso ruolo sintattico (tant'è che sono quasi sempre coordinati tra loro, quando il soggetto non sia espresso da una nome collettivo), esempio: "Marco [soggetto] e Fabio [soggetto] si odiano"; Io [soggetto] e Sabrina [soggetto] ci guardiamo"; con nome collettivo: "gl'imputati [soggetto] si accusano", "voi [soggetto] vi accusate (reciprocamente)" etc. Vede bene quindi che anche sotto il profilo sintattico non è possibile esprimere una reciprocità quando il soggetto è uno solo, o non è rappresentato da un nome collettivo ("io [soggetto, e uno solo] ho parlato a lui [complemento di termine]" etc.) - è necessaria, insomma, la "pluralità del soggetto", altrimenti quella che otteniamo non è una forma reciproca. (Altra funzione di "ci", da non confondere con le già ricordate, è quella dativale di prima persona plurale, esempio "lui ci parla" > "lui parla a noi"). In ultimo: i pronomi atoni possono avere solo due funzioni: 1. di complemento oggetto; 2. di complemento di termine; per esprimere tutti gli altri complementi (tra cui anche il suo "complemento di relazione": "ho parlato con lui") bisognerebbe usare i pronomi tonici (me, te, lui, esso, sé, noi etc.) ". Spero tanto di averla persuasa: usare il "ci" in un contesto come quello da lei proposto è, come qualcuno ha detto, particolarmente "squalificante"... Del resto ci si può sempre disinteressare di quel che viene definita norma o, se vogliamo, tradizione, per proporre una propria soluzione individuale; bisognerebbe solo guadagnare maggiore autorità dal punto di vista linguistico e convincere con buoni e ottimi argomenti il nostro eventuale uditorio a non considerare un errore usare, ad esempio, "ci" per "gli".

Autore : Ladim - Email : lanona@tiscali.it
Inviato il : 02/05/2004 alle 13.28.29


Gli altri messaggi

ci/gli - anonimo - (20/04/2004 11.48.08)
R: *ci/gli - anonimo - (29/04/2004 20.59.11)
R:R: *ci/gli - Marco1971 - (29/04/2004 23.24.58)
R:R:R: *ci/gli - ladim - (01/05/2004 00.09.28)
R:R:R:R: *ci/gli - Marco1971 - (02/05/2004 18.21.00)
R:R:R:R:R: ***ci/gli, per una tematizzazione d - Ladim - (03/05/2004 18.08.46)
R:R:R:R:R:R: ***ci/gli, per una tematizzazione d - Marco1971 - (04/05/2004 14.26.31)
R:R: *ci/gli - anonimo - (30/04/2004 12.30.28)
R:R:R: **ci/gli - Ladim - (02/05/2004 13.28.29)
R:R:R:R: **ci/gli - anonimo - (03/05/2004 15.09.11)
R:R:R:R:R: ****ci/gli - Ladim - (04/05/2004 12.02.47)
R:R:R:R:R: fiat lux - Ladim - (04/05/2004 17.43.49)
R:R:R: **ci/gli - addenda - Ladim - (02/05/2004 23.11.29)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada