Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

«Codesto»

Creato il: 28/04/2004 alle 19.26.50

Messaggio

«Codesto»
Sull'uso di «chissu» nel siciliano: mi pare, nonostante io non sia in grado di dirlo con certezza, che intorno a Palermo l'uso di questa parola sia sostanzialmente sparito dalla lingua parlata. Ritengo non sia impossibile che a fagocitare la parola sia stata la somiglianza fonetica con «chistu» («questo»), che in palermitano vede l'occlusiva t tendere alla fricativa s. Ad ogni modo, ritengo più probabile che il vocabolo sia sparito proprio seguendo il principio che propone M («Nessuno che usi queste modalita' in dialetto usa mai gli equivalenti possibili in italiano»), ma a rovescio: in altre parole, credo verosimile che «chissu» stia sparendo dal palermitano perché - più contaminato di altre varietà linguistiche regionali siciliane, forse ad eccezione del messinese per effetto dello Stretto - questo dialetto si sta "adeguando" all'italiano. Impoverito, e in questo sono d'accordo con Marco, da questa perdita. Sia intesa come una nota a margine, riferita all'intervento di Skalzo: devo dire di avere trovato senza molte difficoltà «costì» nell'italiano di alcune province della Toscana (ma non chiedetemi quali, per favore: non ho molta memoria, ahimè).

Autore : Claudio - Email : claudioreale@hotmail.com
Inviato il : 28/04/2004 alle 19.26.50


Gli altri messaggi

«Codesto» - Marco1971 - (22/03/2004 13.13.33)
R: «Codesto» - M - (23/03/2004 12.26.21)
R: «Codesto» - skalzo - (23/03/2004 12.57.57)
R: «Codesto» - scout - (23/03/2004 14.00.14)
R: «Codesto» - avemundi - (28/03/2004 15.13.23)
R: «Codesto» - Claudio - (28/04/2004 19.26.50)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada