Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attività
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

oggettiva?

Creato il: 18/04/2004 alle 12.23.19

Messaggio

oggettiva?
in "sono triste per il fatto che non sia venuto", il costrutto in realtà non è scorretto, semmai è ellittico: come le è stato detto, la subordinata del suo esempio rappresenta una dichiarativa, non un'oggettiva - ora, le dichiarative hanno la caratteristica di spiegare, completare il significato di un pronome dimostrativo introdotto nella reggente - esempio: "questo mi rende triste, che tu non sia venuto"; il dimostrativo può essere accompagnato da un sostantivo come "argomento", "circostanza", "punto", o come il nostro "fatto" - esempio: "sono triste per questo fatto, che tu non sia venuto"; spesso il dimostrativo può essere omesso... ed ecco emergere la costruzione del suo esempio: "sono triste per il fatto che non sia venuto" - non credo si debba parlare di costrutto scorretto: in questo caso, sarebbe più opportuno parlare di una strategia sintattica differente (il suo messaggio, in sostanza, può essere interpretato sia attraverso una dichiarativa, sia attraverso una causale - quest'ultima, del resto, risulta essere infinitamente più elegante...) per quel che riguarda "sono triste che non sia venuto: di fatto il costrutto, qui, pone alcuni dubbi - la subordinata non è una causale (altrimenti avrebbe il verbo all'indicativo), e il messaggio sembrerebbe proprio richiedere un'oggettiva con reggenza aggettivale; ma questo tipo di costrutto, in generale, stabilisce dei limiti d'uso - se risulta corretto adoperare lo stesso costrutto con un aggettivo come "lieto" - esempio: "sono lieto che tu sia venuto" (e di fatto sfiderei chiunque a tradurlo in "mi allieto che tu sia venuto", originando per altro una subordinata oggettiva obliqua, che, appunto, può avere come reggente un verbo pronominale intransitivo) -, dobbiamo constatare che con "triste" proprio non funziona: meglio quindi scegliere una causale o una dichiarativa - del resto è solo una questione di registro: sta a lei scegliere, ora che gli è stato ripetuto più volte che non è consigliabile adoperare un costrutto siffatto, se farlo proprio o no.

Autore : anonimo - Email : anonimo@anonimo.it
Inviato il : 18/04/2004 alle 12.23.19


Gli altri messaggi

oggettiva? - anonimo - (07/04/2004 11.44.28)
R: 'dichiarative', ma scorrette - Vittorio - (07/04/2004 15.38.43)
R:R: 'dichiarative', ma scorrette - anonimo - (07/04/2004 19.36.23)
R:R:R: Soggettiva - Vittorio - (10/04/2004 19.53.34)
R:R:R:R: Soggettiva - anonimo - (10/04/2004 21.19.19)
R:R:R:R:R: Gliel’ho già detto... - Marco1971 - (12/04/2004 18.04.06)
R:R:R:R:R:R: Gliel’ho già detto... - anonimo - (13/04/2004 12.57.55)
R:R:R:R:R:R:R: Non mesi, ma anni - Marco1971 - (13/04/2004 19.13.04)
R:R:R:R:R: Soggettiva - Vittorio - (13/04/2004 11.45.35)
R: oggettiva? - anonimo - (18/04/2004 12.23.19)
R:R: oggettiva? - gianna - (20/04/2004 10.45.13)
R:R:R: oggettiva? - anonimo - (21/04/2004 11.07.45)
R:R:R:R: oggettiva? - anonimo - (27/04/2004 16.35.49)
R:R: oggettiva? - anonimo - (20/04/2004 21.42.25)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada