Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
La lingua in rete > Forum
L'Accademia
Storia
Attivitŕ
Notiziario
Pubblicazioni
Biblioteca virtuale
La lingua in rete
Crusca in gioco

[ Forum ]

Sŕndron e altri

Creato il: 15/03/2004 alle 22.42.19

Messaggio

Sŕndron e altri
Gentile Vittorio, sono purtroppo in prima persona a conoscenza dell'uso di "adattare" tutto a un suono piu' familiare. Quello che, nel caso di Sandron, mi da' particolarmente fastidio, non e' tanto la scelta degli editori di toscanizzare il nome (del resto di ode anche il venetissimo Crevatěn pronunciato /crevatčn/, alla francese), quanto il fatto che Marco1971 abbia ritenuto necessario addirittura inserire l'accento grafico. Orbene, per essere proprio pignoli, nel nome della casa editrice l'accento (vivaddio) non compare (cfr. su www.sandron.it). Non mi sembra quindi indispensabile sottolineare quella che il DOP definisce "alterazione" con un accento peraltro non necessario. Almeno che si lascino i veneti di pronunciare il nome come originariamente si dovrebbe. Un ultimo appunto a lei personalmente: si dice che il cambiamento di grafia da List a Liszt sia stato opera del nonno, Georg, e del padre, Adam, di Ferenc (o Franz). La famiglia, il cui nome e' sicuramente tedesco in origine, si era spostata nel Burgenland, oggi Germania ma all'epoca Ungheria, e probabilmente per questo "adattarono" la grafia del nome all'uso magiaro. Liszt nacque a Doborján, oggi Raiding, e nelle biografie che ho consultato non si trovano riferimenti a Pest o Pécs come citta' in cui la famiglia si trasferi'. In base alla sua trascrizione fonetica, infatti, non capisco a che citta' si riferisca: se Pest come la meta' pianeggiante di Budapest la pronuncia corretta č /pesht/, con 'e' aperta e breve. Se intende Pécs, citta' nel sud-ovest dell'Ungheria, la pronuncia e' /péch/, con la 'e' lunga e chiusa e il 'ch' con il quale qui indico la 'c' palatale.

Autore : anonimo - Email : anonimo@anonimo.it
Inviato il : 15/03/2004 alle 22.42.19


Gli altri messaggi

La norma e l'uso nei dizionari - Marco1971 - (14/03/2004 16.33.40)
R: La norma e l'uso nei dizionari - anonimo - (14/03/2004 17.01.34)
R:R: Sandrón e Sŕndron - Marco1971 - (14/03/2004 22.01.14)
R:R: Sŕndron e altri - Vittorio - (15/03/2004 21.45.47)
R:R:R: Sŕndron e altri - anonimo - (15/03/2004 22.42.19)
R:R:R:R: Sandron - Marco1971 - (16/03/2004 10.05.50)
R:R:R:R: Burgenland - Vittorio - (17/03/2004 23.32.27)
R:R:R: Pronuncia «italiana» e onomastica « - Infarinato - (17/03/2004 23.37.22)
R:R:R:R: Quali sprovveduti? - Vittorio - (19/03/2004 17.13.32)
R:R:R:R:R: Quasi vero… - Infarinato - (21/03/2004 17.49.59)
R:R:R:R:R:R: Prendo atto - Vittorio - (22/03/2004 18.10.52)
R:R:R:R:R:R:R: Mah? - Infarinato - (22/03/2004 23.21.59)
R:R:R:R:R:R: «Scandalizzare» e altro - Vittorio - (22/03/2004 21.45.17)
R:R:R:R:R:R:R: «Scandalizzare» e altro - Infarinato - (23/03/2004 11.47.20)
R:R:R: Pronuncia dei cognomi russi - avemundi - (28/03/2004 14.40.41)
R: La norma e l'uso nei dizionari - aissela - (15/03/2004 18.47.00)




Forum
 
Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati - Powered by Dada